Annabella Vita

Posts Tagged ‘flickr

ok

Cronaca di un successo preannunciato, quella riguardo l’opening party del nuovissimo Villaggio Fitness che Virgin Active ha inaugurato poco più di una settimana fa a Milano Maciachini.

L’evento al quale oltre alla sottoscritta ha partecipato un pubblico variegato ed incuriosito ha suscitato non pochi “ohhh e wow” dovuti in particolar modo alle meravigliose esibizioni di un gruppo di ballerine-acrobate che sospese nel vuoto parecchio al di sopra dei nasi all’insù hanno sfidato la gravità esibendosi in spettacolari esercizi di danza e resistenza.

Lo spettacolo è continuato all’interno degli spazi caldi ed accoglienti, firma inconfondibile di Virgin Active, tra movimentate danze con i veli colorati, un delizioso aperitivo, buona musica e totale disponibilità da parte degli “addetti ai lavori”, aitanti V-trainer pronti a rispondere a qualunque curiosità.

“Interessante il corso TRX” mi sono ritrovata a pensare mentre incappavo in un capannello di persone riunite attorno ad un fondale color terra, mi sporgo quel tanto che basta a comprendere la ragione di tanta attenzione: l’ultimo nato in casa Nintendo, Wii Fit Plus, figlio di Wii fit in cui, mi spiega uno che ne sa più di me, sono ampliate le funzionalità già esistenti e potenziate le applicazioni che vanno dallo sport all’allenamento, dal rilassamento all’allungamento quasi terapeutico per un totale di circa 6 nuove funzionalità.

Il tempo è volato come accade solo quando sei in un ambiente propositivo e per tutti quelli che, per una ragione o un’altra non sono riusciti ad esserci, non disperate, ho qui pronta una pool con i momenti migliori del party.

Clicca qui per vedere tutte le foto dell’evento.

 

…diciamo subito che Milano a volte è una città che non sopporto.
Altre volte invece  la amo.

Ieri sera in chat cercavo di spiegare come fosse Milano a Tae, una ragazza giapponese conosciuta anni fa al mare. E ritrovata sul web. Allora mi sono messa a cercare foto di Milano su Flickr.

A un certo punto, ho trovato i colori e lo scenario che volevo immaginasse.
Le ho mandato link e le ho detto: Guarda qui, altro che Venezia!

 

PS: grazie a Paolo per la foto stupenda. 🙂

Ebbene sì, anche quest’anno è arrivato il momento. Sembra ieri che era capodanno… la neve… le vacanze e ora qui si riacchiappa l’estate con tutto ciò che comporta. Compreso il momento fatale della prova costume. Il giorno in cui ti presenti davanti al tuo specchio vestita del tuo solo bikini, quello che ti stava meglio un’estate fa, e chiedi al tuo sguardo critico riflesso il certificato di ammissione all’estate.

Il giorno in cui ogni battaglia e scaramuccia anti rotolino è conclusa: ora si tratta dell’esito dello scontro finale.

Dopo qualche settimana di buoni propositi, di scale a piedi, di bicicletta tutte le volte che si può, di passeggiate in pausa pranzo, di gelati saltati, carote sgranocchiate in ufficio ecc. E non vi crediate che una che lavora dentro e fuori una, dieci, cento palestre  (tra l’altro pure l’indice di massa corporea mi sono misurata sul nostro sito) solo per questo fatto sia in pace coi suoi fianchi e relative imperfezioni… Oh no, non crediate. Perché poi se una è golosa come lo sono io, il rotolo è sempre lì, bastardamente in agguato. E lo specchio cancella rotoli nemmeno esiste. E nemmeno servirebbe ora che ci penso…

Perché come diceva Marta “maggio è il mese delle rose, della mamma, della madonna e delle… madonne davanti allo specchio!” Ma lei ha sbagliato, Marta, a farla diluita nel tempo la prova costume, prima il pezzo sopra e dopo una settimana lo slip. A farla con un costume nuovo di zecca… Marta, mia giovane collega… proprio tutto ti devo spiegare? Marta no, non chiedermelo più: noi non siamo tipe da quadranga. Non in questa vita, almeno. Forse in un’altra in cui non avranno inventato i gelati!

Quindi per non farla troppo lunga: sabato pomeriggio pensatemi e beneditemi.

Sola a casa, a las cinco de la tarde, l’ora del duello col proprio destino, vestita solo del mio bikini rosso fiorato di Calzedonia, affronterò lo specchio.  

 

Grazie ad Aldoaldoz per,  la foto!