Annabella Vita

Archive for giugno 2009

Ho finalmente completato il mio primo “reportage” da inviata nell’universo Virgin Active. Alt, no fermo. Non me la tiro da giornalista, no. Per quello ci ho messo due virgolette grosse come canotti!

Mi aveva troppo incuriosito questo corso di Ladies Sensual Training ed ero andata a un paio di lezioni al Villaggio Virgin Active Bicocca. L’atmosfera divertente, le persone simpatiche… insomma mi ero portata il cellulare e avevo fatto dei piccoli video. Ora li ho messi in ordine in una playlist (mi hanno anche aiutato a taggare eh, fa fico oggi dire taggare eh?) sul mio canale youtube.

Premesso che la mia voce… non mi piace, ma dicono che capita a tutti all’inizio, sono curiosa di sapere che ne pensate. Del corso, non di me!! Io e i tacchi alti abbiamo un rapporto di amore-odio reciproco, ma ora sta migliorando molto sapete? Qualcuno mi ha anche invitato a una pazzissima Corsa sui tacchi a spillo .

Si vincono 6 paia di Manolo Blanhik non so se mi spiego. Ma lo sponsor è … un cerotto.

Esattamente questo sono i tacchi alti per me. Questi due estremi. L’eterna tentazione di sentirsi un sacco (più) figa da un lato e la paura di schiantarsi giù e farsi male, dall’altro. Con in mezzo tutte le varianti: oddio non sto in piedi, oddio come sono ridicola, oddio vi prego ridatemi le ballerine, oddio mi è rimasto il tacco conficcato nelle rotaie del tram eccetera.

Tornando a Ladies Sensual Training…  nella mia playlist trovate un po’ di tutto. Filmati di noi ragazze che balliamo e camminiamo con tanto di tacco. Intervistine alle mie compagne di corso e alle nostre istruttrici. Va da sé che quando c’è Ladies Sensual Training, oltre il vetro della sala è tutto un passeggio apparentemente casuale di signori giovanotti e signori uomini che casualmente… come dire… buttano l’occhio. Va da sé che il pubblico non ci dispiace, a noi. Perché alla fin fine si impara a stare sui tacchi per camminare nel mondo, serene e femminili e consapevoli, davanti a un pubblico, casuale o meno che sia. E io e le mie compagne di corso ci stiamo dando dentro a tirar fuori -ognuna secondo la propria personalità- portamento, sensualità e femminilità queste caratteristiche (queste armi affilatissime…) che a volte troppo spesso ci dimentichiamo di possedere, o che non sappiamo come usare…

E tu? Tu come cammini sui tacchi?

 

…diciamo subito che Milano a volte è una città che non sopporto.
Altre volte invece  la amo.

Ieri sera in chat cercavo di spiegare come fosse Milano a Tae, una ragazza giapponese conosciuta anni fa al mare. E ritrovata sul web. Allora mi sono messa a cercare foto di Milano su Flickr.

A un certo punto, ho trovato i colori e lo scenario che volevo immaginasse.
Le ho mandato link e le ho detto: Guarda qui, altro che Venezia!

 

PS: grazie a Paolo per la foto stupenda. 🙂

Stamattina mi sono misurata il Body Mass Index, l’indice di massa corporea. Ti bastano 10 secondi per farlo e ti occorrono solo tre informazioni:

  • la tua altezza
  • il tuo peso
  • il tuo sesso … (?) ahem… nel senso di che genere sei tu, maschio o femmina? abbiamo le idee chiare su questo sì? procediamo.

Vai su questa pagina del sito e inserisci, incroci le dita e clicchi. A me è uscito il 22 e per festeggiare me lo vado a giocare al Lotto insieme alle mie misure che no, non te le dico.

Io ti auguro che esca un numero che ti piace e che tiassomigli, insomma che non ti soprenda tanto. D’altra parte intendiamoci: se l’unico sport che fai è cambiare canale col telecomando per passare da Grey’s Anatomy  a Lost, ingozzandoti con l’altra di prelibati Gelati di Grom, lo saprai anche tu che non potrai essere snellissima, no? Idem se sei uno sportivo da divano e tripla birretta media. 

Ma la novità di oggi è che se superi quota 30 come indice di massa corporea, nei Villaggi fitness di Virgin paghi meno. E’ un’offerta che dura tutta l’estate dedicata alle taglie forti. In pratica più pesi meno spendi. Su su che aspetti? Alzati da quel divano e vieni a fare un po’ di moto che è tutta salute.

Come dici? Certo, naturalmente sì. Vale anche misurare la BMI del fidanzato (o del marito o del compagno o del partner o del inserisci definizione a piacere) e poi regalargli un bell’abbonamento. Lui, siccome è del tutto evidente che vi ama, capirà che lo fate per il suo bene, per la sua salute. E vi regalerà un viaggio, un solitario o un mazzo di rose rosse, a scelta (sua ahimé!).