Annabella Vita

Archive for maggio 2009

– Pronto sì? Ah, capo buongiorno. Sì, no, mi dica… Mercoledì notte? Che domanda sarebbe se ho da fare mercoledì notte, scusi? Ah, per lavoro sì sì capisco. Uff… speravo si fosse deciso a invitarmi a cena fuori… ehhh no, no, capo scherzo! Certo che conosco la sua signora, certo sì. Ok mi dica cosa devo fare. Bene. Sì. Portarci un po’ di gente per la promozione e poi star lì a dirigere il traffico sul sito web, certo. Sì sì, nessun problema da piccola avevo anche la paletta colorata. Come? Nel weekend? Se ho da fare nel weekend… eh capo lei oggi è quante cose mi chiede, e poi soprattutto, non ha ancora visto la mia email di richiesta ferie per il ponte?

 

Allora con ordine, prendo la paletta e dirigo.

1. se sei curioso del mondo Virgin Active prendi nota: questo prossimo weekend 30-31 maggio tutti i nostri Villaggi Fitness sono aperti per una prova. Puoi venire quando vuoi, con chi vuoi. Magari dacci un colpo di telefono. Tutte le info pratiche e l’elenco di tutti i Villaggi stanno sul sito.

2. se stai aspettando la tua occasione di iscriverti a Virgin Active, fallo stanotte, dammi retta. Passa sul sito tra le 23 e le 7 di domattina e ti fai l’iscrizione più vantaggiosa che c’è. Io come hai letto sopra, sono quella con la paletta in mano. Per la e-chance night, per di qua.

3. tu invece sei già socio di virgin Active e vuoi un regalo. Facile. Porta un amico (o un’amica, o due o tre) stanotte a iscriversi. Digli di dire che li mandi tu (in pratica gli fai scrivere in quella finestra lì il nome del socio che ti ha portato qui, come che socio? il tuo testone!) e siete contenti in due: lui o lei perché diventa socio a condizioni incredibili, tu perché ti becchi un regalo. Altre info, per di qua.

– Capo, dicevamo. L’ha vista la mia richiesta ferie sì, vero che l’ha vista? Vero?

 

 

 

– Non sei ancora iscritto a Virgin Active ma aspettavi il momento migliore?
È arrivato ed è stanotte.
Chi si iscrive sul sito web, tra le 23 di mercoledì 27 e le 7 di giovedì 28 cogl
ie al volo un’occasione a condizioni in-cre-di-bi-li.

Gli esami non finiscono mai: superata sabato pomeriggio la prova costume, con relativa buona iniezione autostima.

Benedico lo specchio che è stato giudice imparziale, il mio occhio che è stato complice ma tutto sommato  leale.

Mando a quel paese e moolto volentieri spernacchio il rotolino bastardo, che premiando i miei sforzi, non si è fatto vivo.

Rotolinoooo: PRRRRRRR!

Grazie a chi mi ha pensata mandandomi la sua positive energy!

Ebbene sì, anche quest’anno è arrivato il momento. Sembra ieri che era capodanno… la neve… le vacanze e ora qui si riacchiappa l’estate con tutto ciò che comporta. Compreso il momento fatale della prova costume. Il giorno in cui ti presenti davanti al tuo specchio vestita del tuo solo bikini, quello che ti stava meglio un’estate fa, e chiedi al tuo sguardo critico riflesso il certificato di ammissione all’estate.

Il giorno in cui ogni battaglia e scaramuccia anti rotolino è conclusa: ora si tratta dell’esito dello scontro finale.

Dopo qualche settimana di buoni propositi, di scale a piedi, di bicicletta tutte le volte che si può, di passeggiate in pausa pranzo, di gelati saltati, carote sgranocchiate in ufficio ecc. E non vi crediate che una che lavora dentro e fuori una, dieci, cento palestre  (tra l’altro pure l’indice di massa corporea mi sono misurata sul nostro sito) solo per questo fatto sia in pace coi suoi fianchi e relative imperfezioni… Oh no, non crediate. Perché poi se una è golosa come lo sono io, il rotolo è sempre lì, bastardamente in agguato. E lo specchio cancella rotoli nemmeno esiste. E nemmeno servirebbe ora che ci penso…

Perché come diceva Marta “maggio è il mese delle rose, della mamma, della madonna e delle… madonne davanti allo specchio!” Ma lei ha sbagliato, Marta, a farla diluita nel tempo la prova costume, prima il pezzo sopra e dopo una settimana lo slip. A farla con un costume nuovo di zecca… Marta, mia giovane collega… proprio tutto ti devo spiegare? Marta no, non chiedermelo più: noi non siamo tipe da quadranga. Non in questa vita, almeno. Forse in un’altra in cui non avranno inventato i gelati!

Quindi per non farla troppo lunga: sabato pomeriggio pensatemi e beneditemi.

Sola a casa, a las cinco de la tarde, l’ora del duello col proprio destino, vestita solo del mio bikini rosso fiorato di Calzedonia, affronterò lo specchio.  

 

Grazie ad Aldoaldoz per,  la foto!

Non so voi ma di questi tempi trovo che sia meglio lavorare in un’azienda che cerca nuovo personale, piuttosto che in una che cerca di ridurlo, il personale. Noi siamo della prima specie. Siamo in crescita e cerchiamo, lo scopro ora sul nostro sito, per parecchi Villaggi Fitness da Mestre a Torino, Milano, Firenze, Perugia, Prato, Genova, Brescia ecc. cerchiamo un buon numero di persone. 

  • Varie figure di responsabile: amministrativo, vendite, servizio clienti, responsabile spa, responsabile area bimbi ecc.
  • Istruttori, personal trainer, receptionist, estetiste, manutentori.
  • E anche un bagnino! Sì, quello con l’addominale tartarugato, i riccioli e l’occhio scuro e vigile (sono tutti così, avete notato?) che si tuffa appena per caso annaspi un po’ in piscina. Quello a cui nei vecchi film finisci per dire “oh, mio salvatore” e poi svieni. Quello a cui pensi quando rimpiangi di non vivere in un vecchio film.

 

Quindi se siete in cerca di lavoro o volete cambiare o insomma vi incuriosisce una nuova esperienza, cliccate qui per saperne di più e vedere tutte le offerte. Poi pigliate il vostro curriculum, dategli una rinfrescata, speditelo e incrociate le dita.

E in bocca al lupo.

E magari un domani saremo… colleghi… e in quel caso  minimo mi offrirete un caffè!

Una cosa l’ho capita di questo ueb due punto zero. Che è molto divertente.

Stamattina mi sono letta un po’ di queste definizioni che uscivano in diretta su FF (che è il modo fico di chiamare friendfeed come FB per Facebook) come conigli da un cappello. 

Una delle cose più belle è che tutti qui su questo web condividiamo un sacco di cose e altre ne scopriamo e le ricondividiamo e mica solo cose pallose.. no no anche futilissime.

Per esempio… che so… io adesso intendo condividere con voi che stasera finalmente dopo il lavoro vado a correre al parco con la mia amica Fede che “ti devo parlare assolutissimamente perché così non si può andare avanti”.

Quando Fede dice così i casi sono due: o odia di nuovo la nuova fidanzata di suo fratello. O il porco marpione del suo capo in banca  ha ripreso a mandarle sms gli personali. E poi mi parlerà della prova costume. E io le racconterò del ladies sensual training. E via così, chiacchierando nel verde finché non fa troppo caldo.

Come due amiche di una volta, molto uno punto zero.

Che il giorno dopo si rivedono su Facebook, ovvio.

Eh? Come sarebbe a dire chissenefrega???? ;-))

 

Questo video scovato su friendfeed mi piace per una serie di motivi.

– Perché è ambientato in una palestra, che poi è dove lavoro io.

– Perché è misterioso e sexy, tanto che non lo mostrerei a mia mamma… senza qualche imbarazzo. (No, mamma non è  un Villaggio Virgin quello, stai tranquilla. No, mamma io non ci entro negli spogliatoi degli uomini. Come dici? Sì mamma, da noi ne abbiamo anche di più belli di questi uomini qua… ma io li vedo solo vestiti!). 

– Perché ha una musica grintosa e che fa crescere la suspance…

– Perché c’è una ragazza che va in palestra coi tacchi. Anche se… se ne libera subito, mentre ultimamente io ne ho conosciute alcune che se li mettono apposta per venirci, in palestra…

– Perché quando alla fine si svela (ma prima guardalo)… rivela un messaggio positivo e importante. D’amore, direi, liquido e universale…

– Ho solo una domanda: perché la protagonista dice di avere 23 anni… ma ne dimostra minimo 35?!?

Diciamocelo subito chiaro: non so se me lo comprerò questo libro 101 cose da fare prima di mettersi a dieta.

Primo perché a prima vista il titolo mi ha sviato. Hai presente 101 cosa da fare prima di… morire, 101 cose da fare a letto almeno una volta nella vita, 101 cose per riconoscere il tuo principe azzurro… Tutti libri esistenti eh mica invento.

Detto così insomma è fuorviante no?  sembra quasi il catalogo degli sfizi che ti devi togliere prima di… di espiare i kg superflui. Insomma io l’avrei intitolato diversamente. Invece di.

O forse  è il mio subconscio che mi suggerisce i titoli dei libri che vorrei leggere? O che vorrei scrivere? A voi capita?

Comunque invece, superato il guaio (per me) del titolo, forse poi boh forse lo leggerò. Perché stavolta potrebbe anche non essere la solita sciocchezza furba che strizza l’occhio a noi ragazze, perché in UK ha fatto un successone, perché questa Mimi Spencer ha la faccia buffa. Non so quanto ci litiga lei, con la bilancia ma mi sta simpatica. Per il titolo l’ho già perdonata, sono volubile no? 

 

A proposito: accanto al libro su Repubblica di ieri c’era questo boxino: i 12 consigli per evitare la dieta.

Mi è venuto spontaneo rispondergli a tono.
Non leggere più libri sulle diete
Ho smesso anni fa e quando li trovo a casa delle mie amiche strappo delle pagine di nascosto // Ok, li uso per incartare le uova
Stabilire una non dieta
Giuro che mai mi priverò di carboidrati, di gelati e di Nutella. Ricevuto
Scegliere abiti adatti
Beh grazie… questa me la segno… Non ci avevo mai pensato… (vendo… 10 paia di jeans taglia 40 che non indosso da quando avevo 13 anni, li tenevo perché la speranza non muore mai…)
Indossare la biancheria migliore
Sì. E fare un altro mutuo per acquistarla. Per chi indossarla poi? Dipende da chi e cosa si merita, no?
Imparare a cucinare
In un’altra vita faccio anche questo… 
Camminare come regine
Nel senso che devo mettermi una corona in testa? Che devo acchiappare un principe azzurro? Se allude al portamento, ebbene ci sto lavorando (poi vi dico di come ho scoperto Ladies Sensual Training…)
Dormire bene
Questa, scusa, la diceva anche mia nonna, come sopra, banalità al cubo.
Curare il viso e la pelle
Visto quanto ci spendo… ho deciso che nella prossima vita faccio l’estetista. (ma devo anche imparare a cucinare già…)
Muoversi di più
Più di così?? Faccio fitness, vado in bici, nuoto, cammino in montagna, cammino in metro, cammino sui tacchi, cammino per andare dall’estetista…
Scegliere integratori che migliorano l’umore
uhm… non mi stai parlando di cose proibite dalle legislazioni vigenti vero?
Guardarsi allo specchio
Meglio prima foderare lo specchio con una gigantografia di Monica Bellucci.
Amarsi e coltivare l’autostima
Prometto di amarmi più di quanto mi ami tu. E di lui. E del mio prossimo fidanzato. Il fior dell’autostima mi sorride da un vaso sul davanzale..

 

Mi è venuto spontaneo rispondergli a tono:

1. Non leggere più libri sulle diete
Ho smesso anni fa e quando li trovo a casa delle mie amiche strappo delle pagine di nascosto, tié.

2. Stabilire una non dieta
Giuro che mai mi priverò di carboidrati, di gelati e di Nutella. Ricevuto

3. Scegliere abiti adatti
Beh grazie… questa me la segno… Non ci avevo mai pensato… Non metterò i 7- for-all-mankind nè i Notify tgl 40 e se proprio insisti vendo il tubino a vita stretta di Gucci che ho messo alla laurea della Chicca.

4. Indossare la biancheria migliore
Sì certo. E fare un altro mutuo per acquistarla. Per chi indossarla poi? Per uno che nemmeno se ne accorge??

5. Imparare a cucinare
Permettimi ma temo che se sapessi anche cucinare… tra assaggi e inviti a cena e ricette peserei… quasi il doppio!

6. Camminare come regine
Nel senso che?? devo mettermi una corona in testa? Che devo acchiappare un principe (un re) azzurro? Se parli di portamento, ebbene ci sto lavorando (poi vi dico di come ho scoperto Ladies Sensual Training…)

7. Dormire bene
E tanto, già. Questa, scusa, la diceva anche mia nonna, come sopra, banalità al cubo.

8. Curare il viso e la pelle
Visto quanto ci spendo… tra liftanti e idratanti, ho deciso che nella prossima vita faccio l’estetista. O nasco uomo?

9. Muoversi di più
Più di così?? Faccio fitness, vado in bici, nuoto, ho fatto Pilates, e pure GAG, ogni tanto vado a ballare, cammino in montagna, cammino in metro, cammino sui tacchi, cammino per andare al lavoro, per venire al lavoro, per andare dall’estetista… 

10. Scegliere integratori che migliorano l’umore
uhm… non mi stai parlando di cose proibite dalle legislazioni vigenti vero?

11. Guardarsi allo specchio
Senti tesoro… ma quando? Non certo al mattino appena sveglia no? Nel caso, meglio prima foderare lo specchio con una gigantografia di Monica Bellucci o della Kidman o di Kate Moss, vedi te.

12. Amarsi e o coltivare l’autostima
Ci sto. Prometto di amarmi più di quanto mi ami tu. E di lui. E del mio prossimo fidanzato. E il rosso fior dell’autostima mi sorride da un vaso sul davanzale.

 

 

Insomma cara Mimi e caro giornalista di Repubblica. Il mio segreto è vecchio come mia nonna: essere se stessi, non negarsi nulla, ma non esagerare in niente.
Stare in equilibrio ma non sulla bilancia. Sulla vita e sulla felicità.
Sorridere. E divertirsi. O no?